39 scalini – Recensione

Teatro Martinitt di  di Milano
4 -21 aprile 2019
39 scalini 
di John Buchan 
adattato da Patrick Barlow 
regia Leonardo Buttaroni
con Alessandro di Somma , Diego Migeni, Yaser Mohamed, Marco Zordan (Compagnia teatrale:  Cattive Compagnie)
produzione AB Management

Spettacolo di grande impatto questo “39 scalini” scritto da Joh Buchan nel 1915 e da cui Hitchcock ne fece un film famoso nel 1935. Un giallo, quindi, ma non solo. La storia ha per protagonista un canadese, in viaggio d’affari a Londra, Richard Hannay (l’attore Marco Zordan) che si imbatte in una donna dal nome chiaramente inventato: Annabella Smith(te-te), interpretata da Alessandro Di Somma, naturalmente en travesti, passa la notte con lei e la mattina la trova uccisa con un coltello piantato sulla schiena. Durante la notte la donna ha avuto modo di raccontate di essere ricercata per un complotto e gli fa un nome misterioso: i “39 scalini” ma non riesce a essere più precisa, tanto che l’uomo, accusato dalla polizia e da questa inseguito, fugge per buona parte dell’UK alla ricerca di indizi su questi 39 scalini che dovrebbero essere la chiave del mistero. E siamo solo all’inizio…

La Compagnia teatrale Cattive Campagnie è famosa per i suoi spettacoli totalizzanti e, in questo caso, dove il giallo si mescola al mistero, si riveste contemporaneamente di situazioni al massimo della comicità: nei travestimenti, nei movimenti forsennati, nelle battute impreviste, grottesche e surreali, nello spostare velocemente oggetti, “interpretati” spesso anche dagli stessi attori. A parte Marco Zordan, che interpreta sempre lo stesso personaggio, gli altri tre attori riescono a impersonare con un ritmo incalzante per circa due ore 38 personaggi diversi (e meno male che c’è un intervallo che concede loro un minimo di respiro!).

Ề quello che accade nello spettacolo offerto dal Martinitt, sotto la direzione dell’eclettico Leonardo Buttaroni. Quindi la suspense che si crea sulla scena, grazie alle azioni che vi avvengono, ha un doppio valore perché appartiene sia alla risoluzione del giallo sia alle azioni comiche perché in certi momenti diventano inaspettate e quindi imprevedibili.

Lo spetttatore è amaliato da mille azioni all’apparenza sconclusionate, che lo portano al riso, specialmente per i numerosi travestimenti di cui Alessandro Di Somma è un vero maestro, ma anche per il giallo dell’uccisione della donna che vuole essere condotto a una spegazione.

Mai un attimo di requie sulla scena. Gli attori hanno una tale capacità di trasformismo da faticare a riconoscerli tra i vari personaggi interpretati (le figure femminili, per esempio, non sono solo d’appannaggio di Alessandro di Somma) e questa volta parlare di colpi di scena è riduttivo, in quanto si assiste a molto di più: l’insospettabile è sempre dietro l’angolo e si fa fatica a restare seduti in poltrona, tanto che le risate del pubblico sembrano non essere sufficienti a contenersi solo sul volto, ma tutto il corpo sembra seguirne l’andamento. E molti sono stati i battimani a scena aperta.

Commedia di grande successo non solo nel Paese d’origine , ma anche in Italia, e che volentieri lo spettatore corre a rivedere.

E cosa sono i 39 scalini? Si può scoprire in tre modi: leggere il romanzo di John Buchan, vedere il DVD del film di Hitchcock o andare a vedere la commedia al Martinitt (e quest’ultimo mi sembra il consiglio più adatto perché si ha modo di avvertire in sé maggiore partecipazione).

Come ha reagito il pubblico in una sala piena? Alla grande, con un convinto e lungo flusso di applausi. Affrettatevi a prenotare!

Info e prenotazioni:

TEATRO/CINEMA MARTINITT – Via Pitteri 58, Milano – Tel. 02 36.58.00.10 – Parcheggio gratuito.

Orario spettacoli giovedì-sabato ore 21, domenica ore 18. Il sabato anche alle 17.30.

Biglietteria: lunedì 17.30-20, martedì-sabato 10-20, domenica 14-20. Ingresso: 24 euro spettacoli Fuoriclasse, 26 euro spettacoli Campioni. Abbonamenti a partire da 62 euro.

Carlo Tomeo: ogni diritto è riservato

 

Categorie RECENSIONi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close