Personale del Collettivo Teatrale Sotterraneo: “Shakespearology”, “Overload”, “L’Angelo della Storia” al Piccolo Teatro Grassi

(“Shakespearology”)

Una personale di Sotterraneo, artisti associati del Piccolo, presenta il trittico

Shakespearology, Overload, L’Angelo della Storia

Dal 19 al 23 ottobre, al Teatro Grassi, Sotterraneo presenta una personale, articolata in tre spettacoli e cinque giorni: Shakespearology (19 e 20 ottobre, ore 19), Overload, premio Ubu 2018 come migliore spettacolo (negli stessi giorni, alle 21.30), L’Angelo della Storia (22 e 23 ottobre). Il collettivo teatrale è, dalla scorsa stagione artista associato del Piccolo, è stato tra i protagonisti delle due ultime stagioni estive con il loro Talk Show. Il particolarissimo format, a metà tra palestra di pensiero e performance, ha coinvolto in conversazioni trasversali tra teatro e altri territori culturali, nell’estate 2020 in via Rovello, Maura Gancitano, Telmo Pievani, Wu Ming 1 e, nella scorsa estate, in un’edizione dislocata nei quartieri nell’ambito di Milano è Viva, Vera Gheno e Silvia Bencivelli.

Sotterraneo nasce a Firenze nel 2005 e nel tempo si confronta con formati diversi quali spettacoli, performance, site-specific, regie liriche, progetti per l’infanzia, talk-show. Le produzioni del gruppo – caratterizzate da un approccio avant-pop in equilibrio fra immaginario collettivo e pensiero filosofico – vengono ospitate nei più importanti festival e teatri nazionali e internazionali, ricevendo numerosi riconoscimenti tra cui Premio Lo Straniero, Premio Hystrio, Be Festival First Prize, Silver Laurel Wreath Award/Sarajevo MESS Festival e due Premi UBU di cui uno per Overload come “spettacolo dell’anno 2018”. Sotterraneo fa parte del progetto FiesFactory di Centrale Fies ed è residente presso l’Associazione Teatrale Pistoiese.

Shakespearology – mercoledì 19 e giovedì 20 ottobre, ore 19

concept e regia Sotterraneo

in scena Woody Neri

scrittura Daniele Villa

luci Marco Santambrogio

costumi Laura Dondoli

sound design Mattia Tuliozi

tecnica Monica Bosso

produzione Sotterraneo

sostegno Regione Toscana, Mibact

residenze artistiche Centrale Fies_art work space, CapoTrave/Kilowatt, Tram – Attodue, Associazione teatrale Pistoiese

Durata: 75’ senza intervallo

Shakespearology è un one-man-show, una biografia, un catalogo di materiali shakespeariani più o meno pop, un pezzo teatrale ibrido che dà voce a Shakespeare in persona e cerca di rovesciare i ruoli abituali. È un modo per usare il teatro per incontrare Sir William Shakespeare in carne-e-ossa e fare due chiacchiere con lui sulla sua biografia, su cosa è stato fatto delle sue opere, su più di 400 anni della sua storia post-mortem dentro e fuori dalla scena: in Shakespearology ci troviamo di fronte al Bardo in persona che, dopo secoli passati a veder rielaborare la sua vita e le sue opere, può finalmente prendere la parola e dire la sua, interrogando il pubblico del nostro tempo attraverso una “intervista impossibile” condotta in voce off dai componenti di Sotterraneo.

(“Overland”)

Overload – mercoledì 19 e giovedì 20 ottobre, ore 21.30

concept e regia Sotterraneo

in scena Sara Bonaventura, Claudio Cirri, Lorenza Guerrini, Daniele Pennati, Giulio Santolini

scrittura Daniele Villa

luci Marco Santambrogio

costumi Laura Dondoli

sound design Mattia Tuliozi

props Francesco Silei

grafiche Isabella Ahmadzadeh

produzione Sotterraneo

coproduzione Teatro Nacional D. Maria II nell’ambito di APAP – Performing Europe 2020,

Programma Europa Creativa dell’Unione Europea

contributo Centrale Fies_art work space, CSS Teatro stabile di innovazione del FVG

sostegno Comune di Firenze, Regione Toscana, Mibact, Funder 35, Sillumina – copia privata per i giovani, per la cultura

residenze artistiche Associazione Teatrale Pistoiese, Tram – Attodue, Teatro Metastasio di Prato, Centrale Fies_art work space, Dialoghi – Residenze delle arti performative a Villa Manin, La Corte Ospitale – progetto residenziale 2017, Teatro Studio/Teatro della Toscana, Teatro Cantiere Florida/Multiresidenza FLOW

Durata: 65’ senza intervallo

In Overload – premio Ubu 2018 come migliore spettacolo – il protagonista è David Foster Wallace: lo scrittore porta avanti un racconto che si trasforma in un ipertesto, dotato di link improvvisi che innescano possibili azioni e visioni, contenuti extra che solo gli spettatori decidono se attivare o meno; una riflessione sulla nostra condizione di soggetti sovrastimolati da informazioni che bombardano continuamente la nostra attenzione. Il discorso di Wallace rischia di non compiersi mai, frantumato da un sistema di salti superficiali e interruzioni molto simile alla nostra esperienza quotidiana: è possibile usare questo stato confusionale per una riflessione sull’ecologia dell’attenzione?

(” L’Angelo della Storia”)

L’Angelo della Storia – sabato 22 ottobre (ore 19.30) e domenica 23 ottobre (ore 16)

creazione Sotterraneo

ideazione e regia Sara Bonaventura, Claudio Cirri, Daniele Villa

in scena Sara Bonaventura, Claudio Cirri, Lorenza Guerrini, Daniele Pennati, Giulio Santolini

scrittura Daniele Villa

luci Marco Santambrogio

costumi Ettore Lombardi

suoni Simone Arganini

montaggio danze Giulio Santolini

responsabile produzione Eleonora Cavallo

assistente produzione Daniele Pennati

responsabile amministrativa Federica Giuliano

promozione internazionale Laura Artoni

produzione Sotterraneo

coproduzione Marche Teatro, Associazione Teatrale Pistoiese, CSS Teatro stabile di innovazione del FVG, Teatro Nacional D. Maria II

contributo Centrale Fies, La Corte Ospitale, Armunia

col supporto di Mic, Regione Toscana, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze

residenze artistiche Centrale Fies_art work space, La Corte Ospitale, Dialoghi – Residenze delle arti performative a Villa Manin, Armunia, Elsinor/Teatro Cantiere Florida, Associazione Teatrale Pistoiese

Durata: 80’ senza intervallo

Fatti e pensieri lontani fra loro ma uniti da una tela di narrazioni, credenze, miti e ideologie che secondo lo storico Yuval Noah Harari compongono la materia stessa di cui è fatta la Storia.

Con il terzo spettacolo della rassegna, L’Angelo della Storia, Sotterraneo assembla aneddoti storici di secoli e geografie differenti, gesti assurdi che raccontano i paradossi di intere epoche, messi in cortocircuito con il pensiero filosofico di Walter Benjamin per sviluppare una riflessione su come le narrazioni intervengono nella percezione della realtà.

Prezzi: platea 33euro, balconata 26euro

Informazioni e prenotazioni 02.21126116 – www.piccoloteatro.org

Categorie comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close