“Best regards” al Piccolo Teatro Studio Melato

Presente indicativo: per Giorgio Strehler (paesaggi teatrali)

Festival internazionale di teatro | 4-31 maggio 2022

Piccolo Teatro Studio Melato

Lunedì 9 maggio, ore 20.30

Martedì 10 maggio, ore 19.30

Marco D’Agostin

artista associato del Piccolo Teatro di Milano

BEST REGARDS

Oltrelascena_BEST REGARDS

Domenica 8 maggio, dalle ore 11 alle ore 13, Sala Gaipa(Teatro Grassi)

Masterclass con Marco D’Agostin, Materia e memoria

(per info e prenotazioni scrivere a promozione.pubblico@piccoloteatromilano.it)

Martedì 10 maggio, ore 15.30, Chiostro Nina Vinchi

conversazione con Marco D’Agostin

(ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su piccoloteatro.org)

Oltrelascena_lapiazza

Tutti i giorni, dalle 18.30 a inizio spettacolo

Lasagna Lounge dj set

dj resident di oltrelascena_lapiazza

Lunedì 9 maggio, dalle ore 22 alle ore 23.30, sagrato del Teatro Strehler

Dj set LSKA by Luca Scapellato per BEST REGARDS

Martedì 10 maggio

dalle 21.30 alle 23.30 dBEETH – djset di musica classica su vinile

Marco d’Agostin, da quest’anno artista associato del Piccolo, il 9 e 10 maggio porta in scena, nell’ambito del festival internazionale di teatro, BEST REGARDS, uno spettacolo dedicato al coreografo e performer Nigel Charnock e alla sua danza disperata. «BEST REGARDS è la lettera che scrivo con dieci anni di ritardo – spiega D’Agostin – a chi ha rappresentato ai miei occhi la possibilità che in scena tutto potesse accadere ed esplodere».

Dear N., you were too much: così inizia la lettera mai recapitata che Wendy Houstoun scrisse al suo amico e collega Nigel Charnock, pochi giorni prima che lui morisse nell’agosto del 2012. Nigel era stato un formidabile entertainer; la sua danza disperata, sempre sospesa su un abisso. Agli occhi di chi lo ha conosciuto rappresentava la possibilità che in scena tutto potesse accadere ed esplodere. «BEST REGARDS – spiega Marco D’Agostin – è la lettera che scrivo, con 10 anni di ritardo, a qualcuno che non risponderà mai. È un modo per dire: Dear N, I wanted to be too much too. Come ha osservato Ottavio Fatica, “le lettere giunte in ritardo mettono sotto accusa il tempo per non essere la durata assidua che si postula, bensì costellazione, via lattea d’istanti”. Rivolgo dunque agli spettatori la mia stessa domanda: come la cominciamo, questa lettera impossibile, noi che abbiamo già esaurito il tempo a disposizione?».

Marco D’Agostin è un artista attivo nel campo della danza e della performance, vincitore del Premio UBU come Miglior Performer Under 35. Come interprete ha lavorato per, tra gli altri: C. Castellucci, A. Sciarroni, L. Santoro, B. Charmatz. Dal 2010 ha sviluppato la propria ricerca come coreografo ospite in numerosi progetti internazionali. Ha presentato i propri lavori in molti dei principali festival e teatri europei (Théâtre de la Ville a Parigi, The Place Theatre a Londra, Kampnagel ad Amburgo, Santarcangelo, Romaeuropa, VIE, Torinodanza, tra gli altri). Nell’estate 2021 ha debuttato con due nuove creazioni: BEST REGARDS (nomination UBU 20/21 come miglior spettacolo di danza) nel programma della Biennale di Venezia e SAGA, realizzato con il supporto del prestigioso programma New Settings della Fondazione Hermes, nell’ambito del Festival parigino Rencontres chorégraphiques de Seine-Saint-Denis.

Piccolo Teatro Studio Melato (via Rivoli 6 – M2 Lanza), lunedì 9 maggio, ore 20.30 – martedì 10 maggio, ore 19.30

BEST REGARDS

di e con Marco D’Agostin

suono e grafiche LSKA

testi Chiara Bersani, Marco D’Agostin, Azzurra D’Agostino, Wendy Houstoun

luci Giulia Pastore

costruzione scene Andrea Sanson, Simone Spanghero

consulenza scientifica The Nigel Charnock Archive, Roberto Casarotto

consulenza drammaturgica Chiara Bersani, Claudio Cirri, Alessandro Sciarroni

consulenza tecnica Eleonora Diana, Luca Poncetta, Paola Villani

movement coach Marta Ciappina

produzione VAN

coproduzione KLAP Maison pour la danse à Marseille, Rencontres Chorégraphiques de Seine Saint-Denis, CCN2 de Grenoble,

ERT – Emilia Romagna Teatro Fondazione

con il supporto di Centrale Fies, CSC/Centro per la Scena Contemporanea (Bassano del Grappa), inTeatro, the WorkRoom (Fattoria Vittadini), Teatro Comunale di Vicenza, L’Arboreto – Mondaino, a.Artisti Associati

Spettacolo in italiano e in inglese (senza sovratitoli)

Durata 60’

Informazioni e prenotazioni 02.21126116 – www.piccoloteatro.org

Categorie comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close