“Una stanza al buio” al Teatro/Cinema Martinitt

Una commedia giallo, rosa, rosso e noir…

UNA STANZA AL BUIO, ma a colori.

Sul palco del Martinitt tocca ora al mistero, ma in salsa piccante. Sotto la regia di Francesco Branchetti, una commedia a firma del grande Giuseppe Manfridi, che con la sua autorevole penna ancora una volta intriga il pubblico, grazie non solo alla suspense, ma anche a personaggi complessi, colpi di scena, allusioni e a meccanismi “perversi”. Humor e ironia accompagnano l’incontro-scontro tra due universi opposti, con l’ombra (o meglio la sagoma) di un cadavere sullo sfondo. In scena dal 4 al 20 febbraio.

Una garçonnière si trasforma in scena del crimine, ma un uomo e una donna, per nulla intimoriti o forse galvanizzati proprio dal macabro e dal proibito, nonostante le indagini in corso, vi si danno appuntamento per un incontro piccante. Alla presenza, ingombrante, della sagoma del cadavere del padrone di casa…

A mettere in moto un meccanismo perverso di seduzione sono due personalità completamente diverse, agli opposti: lui introverso, carico d’ansia e di rabbia, amministratore dello stabile; lei misteriosa, intrigante e piena di se’. Insieme conducono il pubblico in un balletto ora comico e grottesco, ora poetico e romantico. Accompagnati dalla musica e dalla scenografia, i rispettivi universi si incontrano, si indagano, talora si completano e si scontrano. I protagonisti, Alessia Fabiani e Claudio Zarlocchi, dosando con maestria le pennellate gialle del mistero, quelle rosa/rosso della seduzione e quelle noir del macabro, regalano un tonalità vivaci e divertenti a un appuntamento al buio. La schermaglia tra i due, inizialmente leggera, si fa via via più maliziosa, virando verso sfumature osé, ma anche toni impietosi. A rimanere costanti saranno solo le risate in sala. Sottile, sagace e incisiva la scrittura di Manfridi, considerato uno dei massimi drammaturghi italiani, autore celebrato di commedie rappresentate in tutto il mondo, sceneggiatore cinematografico di successo e brillante romanziere, due volte finalista al Premio Strega.

UNA STANZA AL BUIO di Giuseppe Manfridi, diretto da Francesco Branchetti. Con Alessia Fabiani e Claudio Zarlocchi. Produzione Associazione Multietra Spettacoli e Intrattenimento.

Una commedia gialla d’autore. Uno scapolo impenitente, incurante del malumore dei suoi anziani condomini trasforma il suo appartamentino in una garçonnière. Nel pied-à-terre, però, finisce proprio a terra, morto. Nonostante il delitto e l’ingombrante sagoma in gesso del cadavere, l’amministratore del condominio e una donna misteriosa, intrigante e calcolatrice si danno un appuntamento al buio sulla scena del crimine. Ne scaturisce una battaglia verbale tra frecciatine, doppi sensi, equivoci linguistici e fraintendimenti che tinge la commedia di varie sfumature. Tutte divertentissime.

Tutti gli eventi al Teatro Cinema Martinitt si svolgono nel rispetto delle norme sanitarie e di sicurezza previste dai disciplinari anti-Covid. Sono richiesti Super Green Pass e mascherina Ffp2.

TEATRO/CINEMA MARTINITT

Via Pitteri 58, Milano – Telefono 02/36580010, info@teatromartinitt.itwww.teatromartinitt.it.

Orari biglietteria: lunedì-sabato 10.30-21, domenica 14/21. Parcheggio interno gratuito.

Costi: 26 euro intero (over 65, 18 euro; under 26, 16 euro). Abbonamenti a partire da 70 euro.

Categorie comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close