Stagione teatrale Teatro Binario 7 di Monza

Il Teatro Binario 7 è diventato in questi anni un vero e proprio punto di riferimento culturale per la nostra città con interessanti stagioni teatrali capaci di sviluppare, anno dopo anno, quell’idea che il palcoscenico possa svolgere un’importantissima funzione pubblica anche per la crescita e lo sviluppo sociale ed educativo della comunità.

Da sempre il teatro è un dialogo tra linguaggi e forme di comunicazione diverse, accomunati

 dalla volontà di mettere in connessione le persone. Una capacità ancora più importante oggi, in un tempo in cui l’isolamento è diventato una regola di responsabilità. Il rischio, però, è che il «distanziamento fisico» si trasformi in un «distanziamento sociale». Un’infezione altrettanto pericolosa che possiamo bloccare con un solo vaccino: la cultura.

In questi anni il Teatro Binario 7 ha saputo esercitare una forte attrazione sui grandi protagonisti della scena teatrale, che arrivano a Monza a lavorare in assoluta autonomia e indipendenza sia dal punto di vista artistico che progettuale. Ciò anche perché il pubblico monzese è appassionato, competente e giovane, sempre alla ricerca di stimoli nuovi.
Per dirla con le parole di Gigi Proietti, un gigante del palcoscenico che ci ha lasciati un anno fa, «Benvenuti a teatro, dove tutto è finto, ma niente è falso».

Buona stagione a tutti!

                             L’Assessore alla Cultura                                        Il Sindaco 

                               Massimiliano Longo                                          Dario Allevi

Comunicato stampa

LO STATO LIBERO DELLA BELLEZZA

IL BINARIO 7 PRESENTA LA STAGIONE 2021-22

Si riaccendono le luci sul palcoscenico del teatro Binario 7 di Monza, che si prepara a presentare la sua diciassettesima stagione. Succederà domenica 19 settembre alle 20: sul palco, con il direttore artistico Corrado Accordino, il sindaco di Monza Dario Allevi, l’assessore alla Cultura Massimiliano Longo e alcuni protagonisti della stagione.
Il polo di via Turati torna a offrire al pubblico emozioni, riflessioni e bellezza: lo fa dopo aver già riaperto alla fine dello scorso aprile, non appena l’emergenza sanitaria ha attenuato la sua morsa, con gli spettacoli portati in scena nell’ambito di un mini finale di stagione e della più ricca rassegna estiva. Torna adesso, in piena sicurezza, con diversi cartelloni tutti da scoprire. E un fil rouge che vuole accompagnare il pubblico, con leggerezza e creatività, alla scoperta del Libero Stato della Bellezza e dei suoi Ministeri, che abbracciano tutte le sfaccettature artistiche e culturali del teatro e della sua scuola. Con alcune novità. 

Per la stagione 2020-21 si confermano intanto le rassegne di Teatro+Tempo Presente, costituita da quindici spettacoli e da un evento iniziale itinerante a ingresso gratuito negli spazi del Binario 7, e Teatro+Tempo Famiglie, la rassegna dedicata ai più piccoli che conta otto spettacoli e che arriva quest’anno alla decima stagione. Spazio poi ai dieci appuntamenti di Terra. Musica, voci e paesaggi sonori, la stagione musicale quest’anno organizzata da Roberto Porroni e da Binari Sonori e strutturata secondo un format tutto nuovo. Si conferma anche Teatro+Tempo Eventi, dedicata al capodanno e agli appuntamenti “fuori stagione”.
Ma non ci si ferma qui: torna la prosa de L’altro Binario, con le sue nuove proposte e i nuovi linguaggi, e prenderà il via per la prima volta una rassegna cinematografica dedicata a film d’autore (ma non solo). Spazio poi all’arte, con BinarioArte e un programma di mostre e iniziative che snoderà lungo l’intero anno negli spazi di via Turati. Da Monza ci si sposterà anche in altri comuni della Brianza: nuova la collaborazione con l’amministrazione comunale di Bovisio Masciago, mentre si conferma quella con Agrate Brianza.
Non solo teatro: perché, intanto, si arricchisce il palinsesto di Radio Binario 7 e perché i corsi proposti dalla Scuola di teatro Binario 7 quest’anno sono più di quaranta e adatti a tutte le età, dai più piccoli agli over 60.

LA STAGIONE
La stagione di Teatro+Tempo Presente porta con sé una nuova produzione della Compagnia Teatro Binario 7.

Psycho Killer (dal 13 al 16 gennaio 2022) racconta le vicissitudini di tre sceneggiatori alle prese con l’ultima stagione di una serie televisiva di successo. Sono al lavoro per definire il finale e non si trovano d’accordo tra loro. Lo spettacolo si sofferma su tutto quello che assorbiamo quotidianamente dal piccolo e dal grande schermo, su cosa cerchiamo nelle storie per placare il nostro senso di inadeguatezza, solleticare i nostri umori e soddisfare le nostre ansie. Drammaturgia e regia di Corrado Accordino.

Si inizia però con uno spettacolo itinerante, evento inaugurale a ingresso gratuito (dal 30 settembre al 3 ottobre 2021) ideato dal direttore artistico Accordino: si snoderà nei diversi spazi del Binario 7 e accompagnerà il pubblico a riappropriarsi fisicamente dei luoghi che per troppi mesi sono stati negati. Perché un teatro è fatto di muri, assi di legno, poltrone, corde e fari, ma diventa un luogo magico grazie all’energia di chi lo vive.

Alcuni spettacoli in calendario nell’autunno introducono due motivi che snoderanno nel corso della stagione: la tematica femminile e i drammi dei migranti, legati a conflitti e rivoluzioni. Un viaggio nel tempo con Sara D’Amario alla scoperta di venti scienziate eccezionali: è XXn sfumature di donne di scienza (dall’8 al 10 ottobre 2021). Dal periodo delle “streghe” a quello delle prime donne laureate, dal fascino dell’atomo alle implicazioni etiche delle “forbici” del DNA. Storie di donne geniali che portano a chiederci se l’intelligenza abbia un sesso. Si parla di libertà, e di libertà delle donne, con The Handmaid’s Tale. Confessione di un’ancella (dal 12 al 14 novembre 2021), tratto dal Racconto dell’ancella di Margaret Atwood che ha ispirato anche una fortunata serie televisiva. Ambientazione da futuro distopico per lo spettacolo che porta in scena Viola Graziosi, con la regia di Graziano Piazza. Ne L’altra Resistenza (dal 6 all’8 maggio 2022) Cinzia Spanò dà voce alle vicende della storica direttrice della Galleria nazionale d’arte Moderna di Roma, Palma Bucarelli: antifascista che durante la seconda guerra mondiale si è impegnata a mettere in salvo molte opere d’arte. 

Una sola sedia in scena basterà invece per raccontare il travaglio e il peregrinare di un bambino, costretto a barattare la propria innocenza in cambio della sopravvivenza. Nel viaggio diventa un uomo portando sempre in tasca le parole di suo padre e le promesse fatte a sua madre: è Nel mare ci sono i coccodrilli (dal 26 al 28 novembre 2021), di Fabio Geda e con Christian Di Domenico. Prende invece il via nello scantinato di una prigione I girasoli (dal 4 al 6 febbraio 2022), dove due donne sono costrette a lavare dal sangue i vestiti dei condannati e i panni sporchi della rivoluzione in corso: spettatrici scomode, sono due inconsapevoli testimoni della Storia. Di Emanuela Bolco ed Elisabetta Ratti, quest’ultima sul palco con Marisa Della Pasqua. 

L’amore vince (dal 10 al 12 dicembre 2021) porta sul palco Valentina Paiano, volto noto del Binario 7, con  Alessandro Treccani  e Maurizio Brandalese, che cura anche la regia di questa commedia moderna ispirata a L’amore medico di Molière e alla grande tradizione della commedia dell’arte. Produzione Dedalus. Ancora risate con La battuta atomica (dal 28 al 30 dicembre 2021), che vede in scena altre due personalità del Binario 7: Alfredo Colina e Rossana Carretto, impegnati con Stefano Chiodaroli a svelare al pubblico – o forse no – la battuta rivoluzionaria, quella che cambierà definitivamente il mondo, arrivando addirittura fino a dove la politica non è mai arrivata. Regia di Marco Posani e Giorgio Centamore per la produzione di Teatro Bello. Commedia agrodolce che esplora i conflitti tra sentimenti, interessi e valori ai tempi della nostra modernità liquida è Combattenti (dall’8 al 10 aprile 2022): Silvia Pietta e Massimo Speziani interpretano una ex campionessa di pugilato e un giornalista sportivo disoccupato, che si uniscono per rilanciare la palestra di lei con una serie di tutorial di autodifesa femminile. Ma sarà proprio la riuscita del piano a mettere a rischio il loro rapporto.

Nuovi e apprezzati nomi della drammaturgia contemporanea per altri due spettacoli in cartellone. Daniele Vignozzi firma Argonauti e Xanax (dal 21 al 24 ottobre 2021): con i ragazzi della Compagnia Caterpillar porta in scena un viaggio alla scoperta del mondo di ognuno di noi, diviso tra speranze e paure, legami e isolamento. Un mondo in cui è facile perdere la rotta senza lavoro di squadra. Un vero e proprio thriller teatrale sulla nuova era, quella dell’ansia. Con La donna più grassa del mondo (dal 28 al 30 gennaio 2022) Emanuele Aldrovandi induce a riflettere sulla capacità dell’uomo di immaginare un modo alternativo per raggiungere una felicità che non lo condanni all’autodistruzione. 

Violenza e stupidità, stupidità e violenza: se ne parlerà tra febbraio e marzo. Ecco allora Leviatano (dal 18 al 20 febbraio 2022): il caso di un rapinatore improvvisato che, suggestionato da un esperimento, si strizza un limone in faccia e poi assalta due banche finisce in mano a due studiosi di psicologia sociale, David Dunning e Justin Kruger. Diventa lo spunto per una “teoria della stupidità”, il cosiddetto Effetto Dunning-Kruger. Di Riccardo Tabilio con la regia di Marco Di Stefano e con Giulio Davanzati, Alessia Sorbello, Andrea Trovato. La rivolta dei brutti (dall’11 al 13 marzo 2022) prende spunto da una strage compiuta nel 2014 in California che alza il velo sulla community online nota anche in Italia: quella degli incel, dall’inglese “involuntary celibate”, ossia uomini sessualmente frustrati. Quattro ragazzi rivivono il meccanismo alla base della strage svelandoci come la rete esasperi le frustrazioni e crei ghetti virtuali che diventano luoghi reali. Una produzione MTM Teatro per la regia di Stefano Cordella.

Due monologhi per le due produzioni milanesi che chiudono la stagione. Teatro OutOff con Il sogno di un uomo ridicolo (dal 25 al 27 marzo 2022) porta in scena il racconto in cui Fëdor Dostoevskij suggerisce che la felicità sulla terra può esistere e cercarla non solo ha senso, ma è forse l’unica cosa che abbia senso fare. Sul palco Mario Sala per la regia di Lorenzo Loris. È invece del Teatro dell’Elfo Nel guscio (dal 20 al 22 maggio 2022), dal romanzo di Ian McEwan per la regia di Cristina Crippa: un feto ormai prossimo a divenire un bambino è incastrato a testa in giù nel grembo di una donna. La madre si chiama Trudy, probabile diminutivo di Gertrude, ha un amante di nome Claudio, fratello di un nobile marito di cui si progetta l’eliminazione: pochi dettagli per capire che si tratta di una famiglia dalla storia nota. Che abita in Danimarca. Con Marco Bonadei. 

Lo Stato Libero della Bellezza
In questi anni di profondi cambiamenti economici e politici, di nuovi paradigmi sociali di convivenza, di affermazioni, a varie latitudini della Terra, della propria etnia o del proprio senso di giustizia e libertà. In questi anni in cui tutti hanno un’opinione e in troppi alzano la voce, dove la capacità di ascoltare è stata sostituita dallo sfogo personale. In questi anni i cui i confini della propria nazione o della propria casa o della propria paura vengono difesi con il coltello tra i denti, noi del Binario 7 alziamo la testa e la nostra bandiera oltre le nuvole, sospinti da sogni colorati, per ribadire con orgoglio creativo l’affermazione del nuovo Stato Libero della Bellezza. Uno Stato apolitico, agnostico, aggregativo, asintomatico e autentico! E, come ogni Stato che si rispetti, con i suoi Ministeri ovvero le sue scatole magiche.
Il Ministero del Sogno, con la nostra stagione principale di Teatro + Tempo Presente in sala Chaplin, dove volti e storie ci proporranno spettacoli importanti che ci parleranno al cuore, facendoci sorridere e riflettere. Il Ministero dell’Utopia in sala Picasso: utopico perché speriamo di poterla riempire completamente al più presto, e perché sarà il luogo della ricerca, delle nuove proposte e dei nuovi linguaggi. Il Ministero del Rumore con la nostra stagione musicale, che proporrà quest’anno una nuova dimensione: cinque concerti classici e cinque del mondo giovanile, dall’acustico all’indie, dalla chitarra classica alla musica elettronica, per un viaggio nella musica senza confini. Il Ministero del Gioco dedicato alle famiglie e ai più giovani, per non smettere mai di guardare con occhi sempre più grandi e più aperti alla magia che si cela dietro la realtà. Il Ministero del Pop Corn, con la nostra prima stagione cinematografica, una rassegna dedicata a film d’autore e non solo, accompagnati da incontri e relatori che renderanno ancora più piacevole l’esperienza del grande schermo. Il Ministero dell’Intervallo, per intrattenere i ragazzi delle scuole con una pausa ricreativa e stimolante nel mondo dell’immaginazione. Il Ministero dell’Illusione, per il quale apriremo finalmente i battenti della nostra sala espositiva con mostre dedicate a grandi artisti, a percorsi dedicati alle giovani espressioni locali e a vere azioni di performing art. Il Ministero della Voce, sulle onde di Radio Binario7, che proporrà un nuovo palinsesto ricco di spunti e stimoli sul sociale, la cultura e qualche irruzione nel paradosso. Il Ministero della Creatività, il luogo dell’azione scenica, la nostra scuola di teatro, che torna ad aprire le porte a chi vorrà sperimentare, cimentarsi con la libertà espressiva e indossare panni, volti e gesti dell’attore.
Questo il nostro Stato Libero della Bellezza, il luogo del possibile e dell’impossibile, dell’essere e non essere, del qui e ora, del reale e dell’irreale, della fantasia e dell’umano respiro. Certo, un gioco, un divertissement da teatranti o una semplice provocazione intellettuale. Ma anche la voglia e il desiderio di ricordare che, talvolta, sono proprio i momenti difficili, le ferite e le cadute, a farci capire cosa è davvero importante e di cosa abbiamo realmente bisogno. Stare insieme, immaginare, sorridere, emozionarci, proteggere il nostro tempo e proteggere la Bellezza!

(Corrado Accordino)

TEATRO+TEMPO PRESENTE

ideata da Corrado Accordino in collaborazione con Elio De Capitani

CARTELLONE:

XXn SFUMATURE DI DONNE E DI SCIENZA  (dall’8 al 10 ottobre 2021)

(“XXn sfumature di donna e di scienza”)

ARGONAUTI E XANAX   (dal 21 al 24 ottobre 2021)

(“Argonauti e Xanax”)

THE HANDMAID’S TALE   (dal 12 al 14 novembre 2021)

(“The Handmaid’s Tale”)

NEL MARE CI SONO I COCCODRILLI  (dal 26 al 28 novembre 2021)

L’AMORE VINCE  (dal 10 al 12 dicembre 2021)

LA BATTUTA ATOMICA 
(dal 28 al 30 dicembre 2021)

PSYCHO KILLER   (dal 13 al 16 gennaio 2022)

LA DONNA PIÙ GRASSA DEL  MONDO   (dal 28 al 30 gennaio 2022)

(“La donna più grassa del mondo”)

I GIRASOLI   (dal 4 al 6 febbraio 2022)

LEVIATANO   (dal 18 al 20 febbraio 2022)            

(“Leviatano”)

LA RIVOLTA DEI BRUTTI  (dall’11 al 13 marzo 2022)

(“La rivolta dei brutti”)

IL SOGNO DI UN UOMO RIDICOLO  (dal 25 al 27 marzo 2022)

COMBATTENTI  (dall’8 al 10 aprile 2022)

L’ALTRA RESISTENZA  (dal 6 all’8 maggio 2022)

NEL GUSCIO   (dal 20 al 22 maggio 2022)

L’ALTRO BINARIO
CARTELLONE:

TABÙ   (15 e 16 ottobre 202)

APLOD   (5 e 6 novembre 2021)

LA CHIAVE DELL’ASCENSORE   
(14 novembre 2021)

HO FATTO COLAZIONE CON IL LATTE ALLE GINOCCHIA (Tabù) (19 e 20/11/2021)

SCUSA SE TI SCRIVO MA NON RESISTO   (21 e 22 gennaio 2022)

IL COLLOQUIO   
(5 febbraio 2022)

D.A.S. Dai forma al tuo futuro  
(dal 25 al 27 febbraio 2022) 

MI ABBATTO E SONO FELICE   (5 marzo 2022)

TRE SULL’ALTALENA   
(17 e 18 marzo 2022)

MR SANDMAN  
(1 e 2 aprile 2022)

TERRA:

Musica, voci e paesaggi sonori

Quest’anno una nuova dimensione artistica caratterizza
la stagione Terra. Musica, voci e paesaggi sonori: cinque concerti classici sotto la direzione artistica di Roberto Porroni, uno dei più noti esponenti del concertismo chitarristico,
e cinque del mondo giovanile promossi da Binari Sonori, un collettivo
che nasce con l’intenzione di creare un ponte tra la musica virtuale e quella dal vivo.
La nuova stagione, il nostro Ministero del Rumore, è musica senza barriere di genere, un’esperienza collettiva, dall’acustico all’indie, dalla chitarra classica alla musica elettronica, per un viaggio senza confini ed età.

 

CARTELLONE:

STUDIO MURENA  (2 ottobre 2021)

ASTOR & DUKE. Piazzolla nascosto ed Ellington sacro  (6 novembre 2021)=

MEMENTO + Moretti   (20 novembre 2021)

ARGENTINA FUSION  
(18 dicembre 2021)

BEETAMAX + F4   ( 22 gennaio 2021)


COLONNE SONORE, TANGO, CANZONI   
(12 febbraio 2022)

SINEDADES + Amarelo 
(26 febbraio 2022)

DAS KLAVIER: NEL SALOTTO DEI COMPOSITORI 
(19 marzo 2022)

IL MAGO DEL GELATO + GABRIELLA DI CAPUA TRIO  (2 aprile 2022)

FLAUTI ALL’OPERA   
(18 maggio 2022)

 TEATRO+TEMPO FAMIGLIE
  Sogna l’incredibile

La stagione Teatro+Tempo Famiglie è giunta alla sua decima edizione: un percorso ricco, emozionante e bello costruito insieme in questi cresciuto insieme a voi e ai vostri figli. Abbiamo deciso di ritrovarci lì dove abbiamo interrotto la programmazione, partendo il 19 dicembre con Pollicino, riscrittura della celebre fiaba che nasce dal desiderio di avvicinare genitori e figli al tema della terza età, al momento in cui si diventa “genitori dei propri genitori”. Un’altra ripresa importante è l’omaggio a Gianni Rodari con la compagnia I fratelli Caproni ne Il viaggio di Giovannino. Dalle suggestioni delle “Fiabe italiane” raccolte da Italo Calvino la narrazione scoppiettante e coinvolgente di Naso d’argento: in scena una fisarmonica, una piccola sedia e un’attrice che coinvolgerà i bambini a cantare e a inventare insieme pezzetti di storia.
Fil rouge che unisce gli altri spettacoli i temi della scoperta e della crescita, dell’affrontare passaggi importanti: Pelle d’oca è una metafora della crescita raccontata ai più piccoli attraverso la storia del viaggio di due piccole oche, un fratello e una sorella. Il Costruttore di storie, uno spettacolo costituito da tante piccole storie apparentemente incompatibili che cambiano strada e che finiscono dentro una storia tutta nuova, per poi ripartire. Altri due viaggi poetici e divertenti, tra fantasia e realtà, sono gli spettacoli Il cuscino d’oro e La battaglia di Emma; nel cuore della stagione infine un cult per grandi e piccoli, il libro più tradotto della storia: Il piccolo principe. Al centro della storia le emozioni: lo sussurra anche la volpe all’orecchio del bambino: “Ecco il mio segreto. È molto semplice: non si vede bene che con il cuore!”. Ed è proprio questo l’approccio giusto per affrontare questo nuovo anno insieme: ripartire attraverso storie nuove e, soprattutto, aprire il cuore verso l’essenziale.   (Giulia Brescia)                                                                                                                                       

CARTELLONE:

NASO D’ARGENTO  (7 novembre 2021)

PELLE D’OCA  (21 novembre 2021)

IL COSTRUTTORE DI STORIE  (13 febbraio 2022) 

IL VIAGGIO DI GIOVANNINO   ( 20 marzo 2022)

IL CUSCINO D’ORO  (26 marzo 2022)

NORME ANTI-COVID
Per garantire la sicurezza di tutti il teatro Binario 7 ha predisposto un protocollo anti-Covid in base alle disposizioni prescritte dal Ministero della Salute e da Regione Lombardia. Le seguenti misure sono valide fino a nuove disposizioni:

– per accedere nell’edificio è necessario esibire la Certificazione verde Covid-19 (Green pass);

– si entra nell’edificio uno alla volta;

– all’interno e per tutta la permanenza nell’edificio è obbligatorio indossare una mascherina chirurgica (o livello superiore di protezione) coprendo naso e bocca;

– all’ingresso è obbligatorio sottoporsi al controllo della temperatura corporea. In caso di temperatura superiore a 37,5° non è consentito l’accesso;

– all’ingresso è obbligatorio igienizzare le mani. È disponibile un dispenser munito di soluzione idroalcolica;

– le aree di ingresso e di attesa sono dotate di segnaletica orizzontale per garantire la distanza interpersonale;

– all’interno delle sale il distanziamento è garantito dalla disposizione dei posti occupabili. Non sono previste deroghe ai congiunti;

– il sistema di ricircolo dell’aria interna è stato disattivato. L’impianto di climatizzazione delle sale utilizza esclusivamente aria esterna;

– gli spazi vengono sanificati dopo ogni utilizzo;

– i percorsi di accesso sono differenziati. Seguire le istruzioni del personale per uscire dall’edificio.

Teatro Binario 7

via Filippo Turati 8, Monza
Tel.: 339 1962430  binario7.org

Per prezzi biglietti e abbonamenti: https://teatro.binario7.org/pages/abbonamenti-biglietti#!#BIGLIETTI

Categorie Comunicati Stampa, comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close