Tutto quello che volete – Recensione

MTM – Teatro Litta di Milano
dal 6 al 12 maggio 2019
Tutto quello che volete 
di 
Matthieu Delaporte e Alexandre de la Patellière
traduzione di 
Paola De Vergori
regia e disegno luci 
Fabrizio Visconti
con 
Rossella Rapisarda e Antonio Rosti
con la partecipazione straordinaria di 
Alessia Vicardi e Gaetano Callegaro
musiche originali 
Marco Pagani
design multimediale
 Leandro Summo
scene 
Marco Muzzolon – costumi Mirella Salvischiani 

Un progetto La Gare
produzione 
Eccentrici Dadarò
coproduzione  
Arterie C.I.R.T.
si ringrazia il
 Centro Culturale Rosetum
con il sostegno di 
Regione Lombardia / Progetto NEXT 2018

PRIMA NAZIONALE

La commedia “Tutto quello che volete“ dei due autori francesi di successo Matthieu Delaporte e Alexandre de la Patellière, di cui avevamo già applaudito la loro precedente pièce “Cena tra amici”, reca già dal titolo una frase sibillina: quel “Tout ce que vous voulez “ rivolto agli spettatori sembra contenere più chiavi di lettura: un po’ come dire ”decidete voi” o anche “come realizzare tutto quello che si vuole”.

La protagonista è Lucie, una donna che vuole mettere distanza tra la sua vita reale senza grande fantasia e quella che vorrebbe che fosse realmente. Per vivere una vita appagante, scrive commedie dove racconta quello che le accade nella realtà in cui lei è protagonista e lei si sente il personaggio, anche se descrivere gli avvenimenti accaduti rendono le persone che li hanno vissuti protagoniste dei personaggi e quindi non veramente reali. Tanto però le basta, perché non ha bisogno di scavare a fondo nella sua vera personalità ma anzi è contenta del successo, anche commerciale, che ne ricava. Questo finché non sposa un ricco attore che non le dà più il motivo di scrivere degli avvenimenti che le succedono nella vita in quanto le offre solo agiatezza e ciò non le non le fa capitare più nulla di eccitante da poter raccontare nelle commedie. Entra così in crisi perché ora comprende che dovrà fare i conti con la sua vera identità che non conosce fino in fondo.

L’aiuto arriva da un suo vicino di casa che le fa capire che non esiste una sola realtà ma ce ne possono essere diverse, basta crearsene di nuove, vere o false poco importa. La vita è fatta di quello che vogliamo che sia. E qui entra in ballo Pirandello con le sue tante forme di vita che l’uomo possa vivere: Il gioco delle parti, insomma, dove l’identità della persona può moltiplicarsi in tante altre. In questo modo torna la vena creativa nella drammaturga. Ma è solo questa la chiave di lettura? Per esempio perché il marito di Lucie non appare mai in scena e lo si vede solo alla fine quando recita la nuova commedia che Lucie riesce a scrivere dopo la frequentazione con il vicino? Diventando personaggio ha subito la metamorfosi di Lucie?

La commedia non dà respiro allo spettatore che segue tutta la vicenda un pò con il fiato sospeso perché cerca di comprendere i veri caratteri dei due protagonisti, che dialogano usando frasi divertenti spesso dal doppio senso, con una eleganza tutta francese.

Vedere una seconda volta questa commedia non può che fare bene allo spettatore curioso, che si vedrà rivelare altre motivazioni su quello che accade sulla scena. Una scena, tra l’altro, ridotta al minimo e posta sopra un’impalcatura quasi a creare una forma di teatro nel teatro.

Molto bravi nelle parti che sono stati chiamati a recitare i due attori, Rossella Rapisarda e Antonio Rosti guidati con classe e anche con un quid d’ironia dall’ottima regia di Fabrizio Visconti, disegnatore anche delle luci, particolarmente funzionali per  il tipo di scenario.   

Grande successo di pubblico in una sala sold out.: ancora una volta le Manifatture Teatrali Milanesi hanno saputo regalare al suo pubblico un programma di alta qualità.

INFORMAZIONI

MTM Teatro Litta, Corso Magenta, 24 – Milano
da lunedì a sabato ore 20:30 – domenica 16.30

Biglietti: Intero 25€ – Under26 – 16€ – Over65 – 12€ – Under12 – €10
Spettacolo in abbonamento – spettacolo inserito in invito a teatro.

Abbonamenti: Arcobaleno – 6al Litta – UNI 4al Litta – UNI 4al Leonardo – Carta Regalo – CONTENUTI ZERO VARIETA’ – Abbonamenti liberi a partire da €40.

BIGLIETTERIA MTM
02. 86 45 45 45 – biglietteria@mtmteatro.it
Prenotazioni e prevendita da lunedì a sabato dalle 15:00 alle 20:00

Biglietti e abbonamenti sono acquistabili sul sito www.mtmteatro.it e sul sito e punti vendita vivaticket.it. I biglietti prenotati vanno ritirati nei giorni precedenti negli orari di prevendita e la domenica a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

Carlo Tomeo: ogni diritto è riservato

Categorie RECENSIONi

Un pensiero riguardo “Tutto quello che volete – Recensione

  1. Doris Castro 8 Mag 2019 — 5:05

    Ottima recensione della commedia “Tutto quello che volete”. Complimenti, sig. Tomeo.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close