Se non sporca il mio pavimento (un mélo) – Recensione

Teatro Filodrammatici di Milano
12-17 marzo 2019
Se non sporca il mio pavimento (un mélo) 
drammaturgia Giuliano Scarpinato e Gioia Salvatori
con Gabriele Benedetti, Michele Degirolamo, Francesca Turrini,  
in video Beatrice Schiros
regia Giuliano Scarpinato –  scene Diana Ciufo – luci Danilo Facco – progetto video Daniele Salaris – costumi Giovanna Stinga – visual setting Mario Cristofaro
foto Manuela
Giusto – assistente alla regia Riccardo Rizzo
produzione
Wanderlust Teatro / CSS Teatro stabile di innovazione del FVG
in collaborazione con
Teatro di Rifredi, Corsia OFCentro di Creazione Contemporanea, Industria Scenica, Angelo Mai Altrove Occupato

Progetto vincitore “Odiolestate” – residenza produttiva Carrozzerie / n.o.t Roma

La scena di “Se non sporca il mio pavimento-un mélo” è rappresentata da un unico ambiente non ricco di arredi: un letto, un tavolo, due sedie: la camera della protagonista, Gioia (l’attrice Francesca Turrini). Il fondale, che funge da parete, riporta sulla destra uno specchio (che poi si dimostra essere un’apertura che rimanda a un altro ambiente dove avvengono i dialoghi tra due amanti il giovane Alessio e il più maturo Cosimo (rispettivamente gli attori Michele Degirolamo e Gabriele Benedetti) e sulla sinistra un’apertura che rappresenta il “fuori” e dove avvengono soprattutto i diverbi tra i due uomini, dovuti dalle pretese di Alessio e dalle suppliche di Cosimo che ne teme i tradimenti. In alto appare in alcuni momenti un video del volto della madre della protagonista (l’attrice Beatrice Schiros), che si rivolge alla figlia. Gioia è una donna un po’ formosa, timida, insicura, facile preda di un Alessio che ha sempre bisogno di quattrini.

All’inizio della commedia sono allungati sul pavimento i corpi di Alessio e di Gioia in vestiti intimi, non si sa se dormienti o morti. Poi, prima Gioia, poi Alessio, si alzano e si portano dietro le quinte. Intanto sulla scena vengono proiettate immagini di acqua dove una donna nuota, accompagnata da una musica pop. E, questa la parte più affascinante di tutta la commedia che è stata ispirata al regista e autore Giuliano Scarpinato da un fatto di cronaca nera.

Il rapporto tra i tre protagonisti vede in prima linea Alessio e Gioia, che lo riceve in casa sua per dargli lezioni di francese, e le discussioni tra Cosimo e Alessio che diventano animate perché il giovane si concede altre avventure e sogna di costituire una società di servizi. Se e come questo accadrà e il significato dei corpi di Gioia e Alessio distesi all’inizio sul pavimento si comprenderanno solo alla fine della commedia. 

Il termine mélo aggiunto al titolo deriva da un dialogo di Heiner Muller: da “Pezzi di cuore”  «UNO: Posso gettare ai suoi piedi il mio cuore?  / DUE: Se non sporca il mio pavimento” . 

La drammaturgia, che Scarpinato ha scritto insieme a Gioia Salvatori, ha proprio l’andamento di un mélo ed è costituita da dialoghi semplici e ripetitivi: il mélo fa riferimento proprio all’amore che Gioia prova per Alessio che non la corrisponde e continua a giocare con i suoi sentimenti. La figura di Alessio, a cui Scarpinato attribuisce un atteggiamento narcisistico, ricorrendo al mito di Eco, la ninfa condannata a essere innamorata ma non corrisposta, e Narciso. E in effetti il personaggio di Alessio, nel suo eccessivo narcisismo che si dimostra anche nel confronti dell’amante Cosimo è insopportabile per tutta la durata della commedia, che non è di immediata comprensione all’inizio, prende quota nel corso della rappresentazione. Pubblico attento e molte chiamate dei tre attori al proscenio alla fine.  

https://www.youtube.com/watch?v=lkJVVkI_bnM

TEATRO FILODRAMMATICI , via Filodrammatici, 1 – 20121 Milano 

ORARI DI RAPPRESENTAZIONE: martedì, giovedì e sabato ore 21.00 | mercoledì e venerdì ore 19.30 | domenica ore 16,00

BIGLIETTI: Intero: 22.00 euro | ridotto convenzionati: 18.00 euro | ridotto under 30: 16 euro | ridotto over 65 e under 18: 11 euro | online con prezzo dinamico: da 11 euro

www.teatrofilodrammatici.eu tel. 02 36727550

Carlo Tomeo: ogni diritto è riservato

Categorie RECENSIONi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close