Contenuti zero Varietà 3° – Recensione

MTM – Teatro Leonardo Contenuto Zero, Varietà 3°                                                      sette spettacoli diversi ogni due mercoledì del mese.                                                 13 febbraio 2019:  I TRE MOSCHETTIERI             
con Lorenzo Attanasio, Bruno Bassi, Valentina Cardinali, Andrea Delfino, Carlo Amleto Giammusso, Tano Mongelli, Giuseppe Scoditti, Giulia Vecchio
musica Tano e l’Ora d’aria
scene Maddalena Oriani costumi Barbara Petrecca regia Pablo Solari

durata dello spettacolo: 90 minuti

È arrivata al terzo spettacolo la rassegna “Contenuti zero – Varietà” la Compagnia poliedrica che riesce ogni quindici giorni a offrire uno programma completamente diverso dal precedente. Scopo della compagnia è quello di suscitare assolutamente l’ilarità del pubblico, senza tante reticenze, facendolo divertire a crepapelle e creando un pezzo di allegria in questo mondo che vira verso tempi difficili. È, la loro, una comicità che si rifà al varietà di una volta in maniera surreale: pizzi e lustrini mischiati a costumi più normali. Se nel loro primo spettacolo si cercava inutilmente in platea un cagnolino che non si trovava e che alla fine fu sostituito da un attore, in quello che ho visto l’altra sera gli animali li hanno interpretati loro, da un pinguino a dei dinosauri.

Il titolo della pièce era “I tre Moschettieri” e l’argomento era il festival di Sanremo, visto alla loro maniera e con le loro musiche. (Da qui si comprende anche il titolo dato a questo terzo loro varietà). Naturalmente è successo di tutto e il pubblico ha partecipato vivamente. E arrivato in scena anche l’attore che ha interpretato Pippo Baudo con i capelli sempre più lunghi e in abiti femminili. C’è stato un inizio di performance dove le due attrici della compagnia avrebero dovuto imitare le Gemelle Kessler, ma il numero è andato a pallino, subito dopo il suo inizio, quando una delle due ha rimproverato l’altra: “Ma noi, che veniamo dall’Accademia, che abbiamo lavorato con Ronconi, ci siamo ridotte a imitare le Gemelle Kessler?” Ed è scappata via, interrompendo il duetto.

Ogni tanto si esibivano vari artisti fino a quando sono arrivati in scena i dinosauri e con essi la persona che prima interpretava, Pippo Baudo, è comparsa in una eccellente imitazione di Patty Pravo che cantava con i dinosauri. Ogni tanto succedeva qualche discussione tra un paio di personaggi, ma, puntuale, accorreva Socrate che, con la sua saggezza, diramava la discussione e metteva le cose a posto. Allegoria, allegoria gridava la compagnia al posto di “allegria” ma in realtà proprio di allegoria si è trattato, specie nel terzo episodio di quella che è diventata la fiction teatrale (nuovo, inedito genere per l’MTM che non vuole farsi mancare nulla) e ci sarà sicuramente nelle prossime puntate. Perché, occorre dirlo, questo spettacolo è una specie di appuntamento quindicinale con un pubblico ormai fidalizzato: accanto allo spettacolo che viene replicato per alcune sere, ecco il varietà di “one-night-only”  che mette insieme tutti i generi per ritrovare il suo pubblico che ormai non rinuncerà ai prossimi spettacoli. 

Tra i concorrenti c’è stato anche un gruppo che (cito, anche se non letteralmente, l’attore-presentatore: “con il loro concerti, dopo aver fato il boom in Afganistan, in medio Oriente, e in tutto il mondo asiatico, si apprestano a conquistare anche l’Occidente” e ora eccoli finalmente in Italia!): si presenta in scena un trio la cui faccia era truccata di color marrone che esegue una canzone in stile arabo. E sarà proprio lui a vincere il Festival! Politicamente scorretto? Allegorico? Il pubblico si è divertito a crepapelle o, tutto sommato, ha voluto trovare una specie di riscatto per Il Volo che a Sanremo si è classificato soltanto terzo?

La Compagnia, oltre che molto brava, è incredibilmente ricca di inventiva: non è facile creare uno spettacolo diverso ogni quindici giorni e ha meritato tutti i festeggiamenti che il pubblico le ha riservato. Pubblico che ormai non era più definibile del tutto tale, ma diventato parte della Compagnia stessa, in un’unica felice festa.

I prossimi spettacoli:

27 Febbraio | I QUATTRO FORMAGGI
13 Marzo |LE CINQUE TERRE
27 Marzo | I SEI COMANDAMENTI
17 Aprile | I SETTE SAMURAI

Carlo Tomeo:  diritti riservati

INFORMAZIONI
MTM Teatro Leonardo
Via Andrea Maria Ampère, 1

16 e 30 gennaio – 13 e 27 febbraio – 13 e 27 marzo – 17 aprile: ore 20.30
Biglietti unico: Intero 15€ – Arci e Scuole di Teatro 10€
Abbonamento Contenuti zero varietà

BIGLIETTERIA MTM: 02. 86 45 45 45 – biglietteria@mtmteatro.it
Prenotazioni e prevendita da lunedì a sabato dalle 15:00 alle 20:00

Biglietti e abbonamenti sono acquistabili sul sito www.mtmteatro.it e sul sito e punti vendita
vivaticket.it. I biglietti prenotati vanno ritirati nei giorni precedenti negli orari di prevendita e la domenica a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

Per questo spettacolo i biglietti si potranno acquistare anche suwww.ticketone.it

Categorie RECENSIONi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close