“Siede la terra – Fenomenologia della pettegola” al Teatro Fontana

29 MARZO-3 APRILE

SIEDE LA TERRA

FENOMENOLOGIA DELLA PETTEGOLA

Drammaturgia Francesco dAmore e Luciana Maniaci

con Francesco dAmore e Luciana Maniaci

Regia di Francesco dAmore e Luciana Maniaci

Scene e costumi Francesca Marsella

Luci Alex Nesti

Si ringraziano Tommaso Bianco e Maurizio Sguotti

Produzione MANIACI D’AMORE  / Kronoteatro

Con il sostegno di Elsinor Centro di Produzione Teatrale

Spettacolo inserito in abbonamento Invito a Teatro

Debutta in prima milanese l’ultimo lavoro della compagnia Maniaci d’Amore fondata da Luciana Maniaci e Francesco d’Amore.
Presentato nel 2020 al Festival Terreni Creativi di Albenga in coproduzione con Kronoteatro, Siede la terra. Fenomenologia della pettegola è uno spettacolo corrosivo e sorprendente sui meccanismi velenosi dei piccoli paesi, sul violento maschilismo e razzismo che li guida ma, soprattutto, su chi conduce la narrazione di un luogo e dunque su chi ne detiene il potere. A incarnare questa figura è Clarice, l’impietosa pettegola. l’immaginario paese di Sciazzusazzu di Sopra, talmente abile nel manipolare le notizie da riuscire a salvare sua figlia Teresa da tutte le – fondate – dicerie che girano sul suo conto. Un giorno infatti su un muro appare una frase ingiuriosa intorno alla giovane: la madre riuscirà a spostare l’attenzione su un’omonima ragazza del paese, decretandone l’infelicità, pur di allontanare ogni sospetto da Teresa. Siede la terra è un lavoro profondamente contemporaneo che, in maniera sottile, si interroga sulle logiche spietate della gogna pubblica ma anche sul corpo della donna, spesso oggetto di narrazioni subite, e sull’invenzione strumentale dello straniero, del diverso e dell’untore. Mischiando teatro di narrazione, riflessioni sociologiche, teatro dell’assurdo e immaginario pop, i Maniaci d’Amore firmano un’altra drammaturgia irriverente e coraggiosa, un pamphlet contro le dinamiche tossiche del villaggio: non una galleria degli orrori bensì un comico inno d’amore, un’elegia in forma di accusa. Perché, malgrado l’insofferenza, l’indignazione e a volte la vergogna, noi apparteniamo a queste comunità. Non solo i nostri vulnerabili corpi, ma anche i nostri cuori poggiano qui, dove siede la terra.

Il filo rosso
Laboratorio di scrittura autobiografica ed espressione di sé
a cura di Luciana Maniaci e Francesco d’Amore
: Sabato 2 aprile ore 14-18.30

In occasione del debutto del nuovo spettacolo Siede la terra, in programma dal 29 marzo al 3 aprile, la Compagnia Maniaci d’Amore organizza un workshop intensivo di scrittura autobiografica ed espressione di sé. Il filo rosso è un’esperienza laboratoriale che fonde l’approccio d’aiuto allo storytelling.
Bando completo https://teatrofontana.it/il-filo-rosso-laboratorio-di-scrittura-autobiografica/

Estratti dalla rassegna stampa:

I Maniaci d’Amore sono una coppia di talenti anomali, un duo che fin dal nome sembra baciato dal destino. È raro vedere due personalità così complementari. È folgorante la loro scrittura feroce, surreale, piena di guizzi macabri, tutta al servizio di un travolgente estro interpretativo. (Renato Palazzi, Il Sole 24 Ore)

I Maniaci d’Amore sono tra le nuove coppie raffinate del teatro italiano. (Maurizio Porro, La Lettura del Corriere della Sera)

I Maniaci d’Amore sono nell’eccellenza. (Franco Cordelli, Il Corriere della Sera)

Si ride con immediatezza, mentre si intravede, nello svolgersi veloce delle scene, spesso buffe, acide, grottesche, un eccellente lavoro di ammiccamenti colti, una squisita mistura di divertita ferocia e malinconia. Una drammaturgia fresca, densa di un’ironia profonda, concreta, aspra. E bravi davvero i due interpreti. (Valeria Ottolenghi, La Gazzetta di Parma)

Nel teatro che lascia il segno tragedia e commedia sono intrecciate e gli spettacoli di questa piccola compagnia sono pregni di vuoti, di tristezza, di solitudini… Una drammaturgia coerente e sconcertante, inanellata in un percorso comune, godibile per la lingua accurata e ricca, meritoria di attenzione e di riconoscimento nazionale. (Motivazione Premio della Critica ANCT 2018)

BIGLIETTERIA

Teatro Fontana

Via Gian Antonio Boltraffio 21, Milano

02.6901 5733

biglietteria@teatrofontana.it

Si ricorda che l’accesso agli spazi del teatro è consentito solo al pubblico munito di green pass rafforzato, fatta eccezione per i bambini fino a 12 anni.

Mar-sab ore 20.30 / Dom ore 16.00
Il filo rosso:

Sabato 2 aprile dalle 14.00 alle 18.30

PREZZI

Intero 21 € – Giovedì sera 17 € – Convenzioni 17 € – Over 65 / Under 14 10 €

Under 26 15 € – Teatro in Bici 15 € -Gruppi scuola 9 €

Prevendita e prenotazione 1 €

IL FILO ROSSO:

65 comprensivi di un ingresso allo spettacolo

Per prenotazione gruppi scuola scrivere a teatroscuola@teatrofontana.it

www.teatrofontana.it

Ufficio Stampa Teatro Fontana

Martina Parenti

stampa.fontana@elsinor.net

Categorie comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close