Delle donne non facesti menzione

Delle donne non facesti menzione

Il 18 e il 19 giugno in sala Chaplin
lettura scenica del romanzo inedito di Michela Tilli
Sul palco Alessia Vicardi

(Alessia Vicardi)

Se fossi un uomo sarei solo un uomo che se ne va. Mi immaginereste allontanarmi di spalle,
la linea larga e dritta delle clavicole.
Se fossi un uomo, sapreste solo questo di me, sarei un caso dell’universale.
Per giudicarmi dovreste ascoltare la mia storia.
Ma sono una donna, per di più una madre, e quindi pensate di saperne già abbastanza di me: l’universale si è già ristretto.”

In questa lettura scenica del romanzo ancora inedito di Michela Tilli, “Delle donne non facesti menzione”, Alessia Vicardi interpreta Erica, una donna di quarant’anni che si trova davanti a una svolta della vita e decide di affermare con forza la propria libertà.

Dopo una diagnosi sbagliata, Erica scopre di avere ancora tutta la vita davanti. La prima sensazione che prova è la felicità di rinascere, ma quasi subito si accorge che, una volta immaginata la fine, far finta di nulla non è più possibile. Perché vita ci chiede di essere vissuta a pieno e fino in fondo, in tutta la sua verità. Erica non è più capace di piegarsi alle convenzioni, alle menzogne quotidiane, alle pretese di una società ipocrita.

(Michela Tilli)

In una Genova assolata e ventosa, “in quell’aria spessa carica di sale e gonfia di odori” come cantava Fabrizio De André, Erica se ne va di casa: riparte da zero, per ricostruire su basi nuove e più sincere il rapporto con le persone che ama. Ma, prima di tutto, questa volta, si occupa di se stessa: sa che non ci si può relazionare con gli altri se non si sta bene da soli. Nella sua pretesa di farsi soggetto di una storia, e non solo oggetto, deve scontrarsi con il pregiudizio e con secoli di narrazioni esclusivamente maschili: può una donna parlare a nome di tutti, rappresentare l’essere umano in generale, sottrarsi a una rappresentazione della femminilità come sottoinsieme? Cosa deve fare una madre per tornare a essere un individuo ancora aperto a tutte le possibilità? Quanti secoli di storia deve risalire nuotando controcorrente?

TEATRO BINARIO 7
DELLE DONNE NON FACESTI MENZIONE

dall’omonimo romanzo inedito di Michela Tilli
con Alessia Vicardi

Date
venerdì 18 giugno alle 20
sabato 19 giugno alle 20

sala Chaplin
durata circa 65 minuti

Biglietti
unico a 12 € | Si consiglia l’acquisto online su www.binario7.org


Per informazioni:Teatro Binario 7Via Filippo Turati 8, MonzaTel. 039 2027002 | biglietteria@binario7.org
Categorie Comunicati Stampa, comunicato stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close