Stagione Teatrale 19/20: deSidera al Teatro Oscar – comunicato stampa

logo-desideraOscarStagione 2019 – 2020

deSidera al Teatro Oscar

17 ottobre 2019 – 16 giugno 2020

Un cartellone teatrale ispirato dal desiderio di moltiplicare le voci in una città straordinaria come Milano amata fortissimamente e vissuta in tante delle sue sfacettature. Nasce da quest’intenzione la nuova stagione dal titolo “Vivi. Ama. DeSidera” al Teatro Oscar, diretta artisticamente da un trio d’eccezione: Luca Donineli, Giacomo Poretti e Gabriele Allevi. I tre, dopo l’esperienza al Teatro Rosetum lo scorso anno, hanno deciso di prendere in gestione un teatro a Milano perchè spiegano: “Desiderare significa, all’origine, proprio questo: guardare attentamente le stelle. Il desiderio è la cosa più importante che ci sia e il nostro progetto si chiamerà appunto deSidera”. Ma non ci saranno soltanto spettacoli teatrali in questa prima stagione al Teatro Oscar targata deSidera, una produzione Teatro degli Incamminati/Ass.ne In Atto: numerosi saranno infatti i “progetti speciali” che si alterneranno alla programmazione in maniera ora scanzonata, ora più riflessiva. Insieme a tanti illustri ospiti si parlerà di calcio o di casseula, si approfondirà l’opera manzoniana e dantesca e le più conosciute fiabe per i più piccini e non solo.

La stagione si aprirà con LITIGARDANZANDO di e con Giacomo Poretti e Daniela Cristofori (giovedì 17 e venerdì 18 ottobre) un reading dedicato alle giovani coppie per comprendere e spiegare (cercando d’imparare) l’arte del litigio, attraverso la lettura di brani divertenti alternati a interventi comici, in una conferenza-spettacolo leggera e creativa.

72575351_1466407093500474_1194725160033189888_n

Si continua mercoledì 23 e giovedì 24 ottobre con IL VANGELO SECONDO ANTONIO di Scena Verticale, realizzato con il patrocinio dell’Istituto Carlo Besta e le Associazioni Alzheimer (venerdì 18 ottobre alle ore 17.00 si terrà in teatro un incontro con Fabrizio Tagliavini, direttore scientifico dell’Istituto Carlo Besta).

Scena Verticale - Il vangelo secondo Antonio 1del teatro contemporaneo attende il pubblico del teatro Oscar mercoledì 30 e giovedì 31 ottobre: LA MARATONA DI NEW YORK di Dionisio Produzioni e spettacoli, in cui due attori/atleti corrono e recitano per un’ora, tra dialogo e podismo, estenuanti falcate – verbali e non – che polverizzano i massimi sistemi di una conversazione continuamente interrotta.

Grande attesa martedì 5 novembre per Arturo Brachetti, l’uomo dai mille volti, in ARTURO RACCONTA BRACHETTI, serata speciale fatta di confidenze, ricordi e viaggi fantastici tra Fregoli, Parigi e le luci della Tour Eiffel, Ugo Tognazzi, la macchina da cucire della mamma, il Paradis Latin, e le mille fantasie di un ragazzo che voleva diventare regista o papa in un’intervista frizzante al confine tra vita privata e palcoscenico.

Arturo Brachetti 1

Giovedì 14 e venerdì 15 novembre debutta GOOSE della compagnia svizzera Cavalcade en scène, spettacolo tragicomico ispirato al Gioco dell’Oca che utilizzando meravigliose maschere larvali ed espressive prodotte artigianalmente, vuole descrivere le questioni critiche che l’uomo attraversa durante il suo percorso di vita, mostrando i momenti chiave di ciascun personaggio.

Il narratore e artista Pino Petruzzelli martedì 19 e mercoledì 20 novembre ci racconterà la straordinaria storia di Dionigi, il vignaiolo ligure che ha saputo dare concretezza al suo sogno in STORIE DI UOMINI E DI VINI (produzione Teatro Ipotesi). Uno spettacolo dedicato al lavoro, alla storia e alle radici di chi lavora la terra.

Dal 25 novembre Giacomo Poretti presenta proprio al Teatro Oscar il debutto nazionale del suo nuovo lavoro CHIEDIMI SE SONO DI TURNO (produzione Agidi) regia di Andrea Chiodi: dopo il successo di Fare un’anima, Poretti torna in scena con un nuovo monologo che attinge alla sua esperienza personale, per sorridere delle sue memorie di corsia e tentare di rispondere insieme al pubblico all’annosa questione “E adesso chi lo svuota il pappagallo?”

Massimo De Luca, uno dei volti e delle voci più importanti dello sport radiotelevisivo, racconta del mitico Nicolò Carosio venerdì 13 e sabato 14 dicembre con QUASI GOL, uno spettacolo su colui che ha praticamente inventato il mestiere di radiocronista prima e di telecronista poi.

Teatro delle Albe mercoledì 18 e giovedì 19 dicembre riporta al teatro Oscar l’acclamato MARYAM di Luca Doninelli con in scena una meravisliosa Ermanna Montanari, per raccontare della “donna dell’incontro”, ponte tra cristianesimo, islam e cultura contemporanea attraverso la storia di tre donne palestinesi che condividono con Maria il dolore per la morte dei figli e dei fratelli dovute all’ingiustizia e agli orrori del mondo.

Da Giovedì 16 a sabato 18 gennaio Teatro de Gli Incamminati presenta FRANCESCO E IL SULTANO di Angela Demattè, vincitore di Next 2018, ispirato allo storico incontro tra Francesco d’Assisi e il Sultano di Egitto Malik Al-Kamil, primo profetico dialogo interreligioso. In scena un cortocircuito tra ieri e oggi, tra integralismi e spiritualità, tra umanità e potere, tra individuo e società, tra realtà e video, in grado di aprire nuovi scenari e nuovi spunti di riflessione, ribaltando prospettive consolidate.

deSidera-Teatro de gli Incamminati - FRANCESCO E IL SULTANO 4.jpg

Martedì 28 e mercoledì 29 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria, la scena sarà per la storia di ETTY HILLESUM, CERCANDO UN TETTO A DIO di Marina Corradi con Angela Demattè, spettacolo che racconta gli ultimi tre anni di vita della ventiseienne ebrea Etty Hillesum, vissuta ad Amsterdam e morta ad Auschwitz nel 1943, cronista della propria anima e della vita che la circondava in un momento in cui tutto tendeva verso la morte e in cui ogni uomo è portato all’odio.

Da giovedì 13 a sabato15 febbraio Teatro de Gli Incamminati porta al Teatro Oscar IL MAESTRO E MARGHERITA in una riscrittura di Fabrizio Sinisi che sposta la vicenda dalla Mosca staliniana alla Milano dei nostri giorni, concentrandosi sui singoli personaggi e restituendone la storia da nuovi angoli prospettici.

Prende il via a marzo una speciale collaborazione con I Teatri del Sacro, festival giunto alla sua decima edizione: in scena al Teatro Oscar quattro appuntamenti con quattro spettacoli selezionati nelle ultime edizioni del festival che si svolge ad Ascoli Piceno. Una vetrina imperdibile per assistere al meglio della produzione del prestigioso festival dedicato ai temi della spiritualità e della tradizione religiosa: si parte martedì 3 marzo con PICCOLI FUNERALI della Compagnia 369gradi, ispirato al famoso libro di Edgar Lee Masters e a Cartoline dai Morti di Franco Arminio, una partitura drammaturgica e musicale che alterna un piccolo rito funebre ad un brano dedicato a chi se ne è andato.

Martedì 10 marzo sarà in scena 82 PIETRE di Nutrimenti Terrestri, spettacolo che prova a ragionare sulla nudità e sull’azione del vestire, intesa non come mero atto esteriore ma come un gesto messo a suggello di un più maturo movimento dello spirito. Martedì 17 marzo Ura Teatro debutta in prima milanese con ACQUASANTISSIMA di Francesco Aiello e Fabrizio Pugliese (anche in scena) spettacolo nato da un lungo lavoro di ricerca sulla ‘ndrangheta per sondarne la natura arcaica, la capacità silenziosa di ramificare le proprie azioni criminali ei creare quei legami che ne fanno una delle mafie più rispettate e “sicure” (con un bassissimo numero di pentiti).

Martedì 24 marzo il ciclo si chiude nella bella chiesa San Pio V con STABAT MATER – Creazione per sei voci e una chiesa (ingresso gratuito, fuori abbonamento), concepito e scritto da Antonella Talamonti per i sei attori e cantanti del Faber Teater usando lingue e dialetti diversi e ispirandosi, nella scrittura, sia alle pratiche compositive contemporanee che al repertorio paraliturgico di tradizione orale.

La stagione del Teatro Oscar continua venerdì 27 marzo con CHARLOT THE TRAMP di e con Gianni Canova, spettacolo concepito come un mix di lezione/performance/concerto che prova a raccontare cosa ci emoziona nell’arte e nel genio di Charlot, uno di quegli artisti rari e preziosi, che non si sono limitati a farci ridere ma che ci hanno anche aiutato a vivere meglio.

Giovedì 2 e venerdì 3 aprile Teatro de Gli Incamminati presenta LA PASSIONE SECONDO I NEMICI, in cui l’autore Luca Doninelli immagina l’incontro con Gesù dei protagonisti negativi della passione, tre “nemici” la cui esistenza è stata trafitta dallo sguardo di Cristo, il quale ha irrimediabilmente svelato la dimensione incompiuta della loro vita: Erode, Pilato e Caifa.

Da giovedì 16 a sabato 18 aprile Compagnia Oyes e Teatro de Gli Incamminati presentano in prima assoluta PUSKAS CHI? di Gianfelice Facchetti con Fabio Zulli, in cui la storia di Ferenc Puskass, leggendario attaccante ungherese, diventa il pretesto per riflettere sul nostro bisogno di eroi, sulla necessità, forse ancestrale, da parte dell’umanità di avere idoli-maestri da adorare, imitare, distruggere, e di nuovo amare.

Venerdì 15 e sabato 16 maggio Silvio Castiglioni debutta al Teatro Oscar con L’UOMO È UN ANIMALE FEROCE, tratto dai monologhi di Nino Pedretti, finissimo poeta dialettale di Santarcangelo di Romagna – al pari di Tonino Guerra e Lello Baldini – ma anche autore di testi di grande interesse, come i suoi monologhi, sorprendente galleria di ritratti, inizialmente composti per Radio RAI, contraddistinti da un tono amaro e divertito, pungente e visionario, malinconico e crudele, in una prosa incisiva e asciutta, a tratti irresistibile.

Martedì 26 e mercoledì 27 maggio la scena sarà tutta per ARLECCHINO FURIOSO di Stivalaccio teatro, maschera simbolo del teatro italiano per raccontare di una coppia di innamorati, Isabella e Leandro, costretti dalla sorte a dividersi, che si ritrovano dieci anni dopo in Venezia. Uno spettacolo per tutti, recitato con varietà di lingue e dialetti, arricchito dall’uso delle maschere, dei travestimenti, della musica e delle pantomime.

Da mercoledì 10 a venerdì 12 giugno Teatro de Gli Incamminati e CTB chiudono la stagione con un debutto assoluto MI CHIAMERÒ LUCIA di Luca Doninelli, con Arianna Scommegna e Giovanni Franzoni per un evento speciale nel Chiostro del Museo Diocesano: in scena un Manzoni, ormai anziano e alle prese con il bilancio di una vita, fa i conti con la sua opera e incontra per un’ultima volta, dopo tanto tempo, il personaggio che ama di più, Lucia, per lasciarsi andare in un drammatica confessione.

Ma questa prima stagione al teatro Oscar firmata DeSidera non è composta soltanto da spettacoli. Grande spazio sarà dato a particolari e speciali progetti realizzati in collaborazione con l’Associazione InAtto: si parte con il ciclo VERSUS, nato da un’idea di Stefano Boeri con l’intenzione di raccontare e far comprendere quell’anima duale di Milano nel modo più immediato: un vero e proprio contradditorio in cui grandi ospiti si schierano, scrivono e interpretano una perorazione del loro modo di vedere Milano, ovviamente moderati da un arbitro super partes. Il primo appuntamento dal titolo TORRE VELASCA VS PIRELLONE (venerdì 7 febbraio alle ore 21) vedrà il sindaco Beppe Sala arbitrare Stefano Boeri vs Cino Zucchi.

Giovedì 19 marzo toccherà al contradditorio JANNACCI VS GABER con Mara Maionchi contro Luca Bizzarri (arbitro Elio delle Storie Tese). E ancora Davide Oldani VS Giancarlo Morelli, arbitro: Gabriele Principato (Cook) nell’incontro di giovedì 23 aprile dal titolo RISÒTT VS CASSEOLA. Per chiudere giovedì 21 maggio con INTER VS MILAN con Giacomo Poretti VS Alessandro Bertante (Arbitro Roberto Perrone)

Un ciclo di quattro incontri sarà inoltre dedicato a MILANO E IL SUO ROMANZO. Riletture manzoniane a cura di Luca Doninelli e con la partecipazione straordinaria di Corrado D’Elia che regalerà al pubblico la lettura dei più intensi passi del celebre romanzo.

Si parte giovedì 6 febbraio, ore 19 con LE CONVERSIONI (con Eugenio Borgna) , il 12 marzo, alle ore 19 con IL FEMMINILE (con Marina Terragni) mercoledì 22 aprile, ore 19 con LA PESTE E IL VOLTO UMANO ( con Sergio Givone) per chiudere mercoledì 20 maggio, alle ore 19 con Il Potere (con Ferruccio De Bortoli).

Altro appuntamento, fuori abbonamento, sarà la serata evento di venerdì 29 maggio in collaborazione con Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM con I CORTI DELL IULM. PREMIO DI DRAMMATURGIA.

Altra novità di questa stagione sarà il ciclo LE FIABE NON RACCONTANO FAVOLE: si parte con la fiaba di CAPPUCCETTO ROSSO (Giovedì 7 e venerdì 8 novembre) per passare a quella di BIANCANEVE (Venerdì 6 e sabato 7 marzo) messe in scena da Silvano e Jacopo Petrosino ed Elisabetta Raimondi Lucchetti.

Altro progetto speciale sarà LA DIVINA COMMEDIA letta e commentata dal professor Franco Nembrini che da tempo gira l’Italia per fortunatissime letture dantesche dal tono familiare e popolare. Si parte martedì 11 febbraio, ore 21 con LA VITA NOVA, venerdì 13 marzo, ore 21 sarà il turno di INFERNO, martedì 21 aprile, ore 21 PURGATORIO per finire venerdì 22 maggio, ore 21 con il PARADISO.

Info e biglietti: Teatro Oscar, via Lattanzio 58/A – Milano. Info 334-8541004

Intero 22 euro (ridotto under30 e over60 18 euro). 12 euro: studenti, scuole di teatro. Abbonamento 10 spettacoli 180 euro. Progetti speciali (Milano e il suo romanzo; La divina Commedia; le fiabe non raccontano favole) 12 euro. Abbonamento (4 serate: 40 euro). Versus: 22 euro (ridotto 18 euro). Abbonamento 4 serate: 60 euro.

Categorie Comunicati Stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close