Per la ragione degli altri – Recensione

Teatro Filodrammatici di Milano
26 febbraio – 3 marzo 2019
Per la ragione degli altri (Un tradimento di Pirandello)
Riscrittura di Michele 
Di Giacomo e Riccardo Spagnulo 
con Giorgia 
Coco Michele Di Giacomo Federica Fabiani 
regia Michele 
Di Giacomo – drammaturgia Riccardo Spagnulo 
responsabile tecnico e scene 
Riccardo Canali
luci Valentina 
Montali –  video Giuseppe Cardacci  – suono Fulvio Vanacore 
foto Max 
Cavallari 
Produzione 
Alchemico Tre  col sostegno di ATER e il Comune di Mercato Saraceno 

La riscrittura de “La ragione degli altri” operata da Michele Di Giacomo e da Riccardo Spagnulo e prodotta da Alchemico Tre  ha per sottotitolo “Un tradimento di Pirandello”. Il “tradimento” si può intendere in più punti: nella scrittura (che si rifà alla prima stesura dell’opera del 1895 e non da quella definitiva voluta dall’autore), dal fatto che sia stato preso come riferimento la bellissima interpretazione creata da Massimo Castri nel 1983 e infine nel cambio del titolo con un il prefisso “per” che è tutt’altro che marginale. Quel “per” determina un’azione che può essere interpretata dallo spettatore in due modi distinti: in positivo (a favore della ragione degli altri) o in negativo (per colpa della ragione degli altri). Ciò dà luogo a una forma atipica di teatro nel teatro perché la conclusione della commedia, può ritenersi positiva o negativa a seconda di come la pensa lo spettatore e, malgrado sulla scena l’opera si concluda come aveva voluto Pirandello, sorge spontaneo il dubbio di come l’avrebbe scritta oggi l’autore dopo che sono trascorsi 123 anni da quella prima stesura, perché i costumi sono cambiati.

Il tema è quello della famiglia che in più di centoventi anni ha subito diverse trasformazioni non solo nella mentalità popolare ma anche dalla legislazione che ha posto in primo piano il bene dei minori. Pirandello, che aveva una mentalità molto avanti rispetto ai suoi tempi, avrebbe dato alla commedia lo stesso finale che le diede nel 1895 oppure l’avrebbe fatta concludere in maniera opposta? Il finale dell’opera instilla un caso di coscienza non da poco, indipendentemente da quanto stabilito dalla legge.

La commedia è interpretata solo da tre attori e la vicenda narra di un uomo squattrinato che aspira inutilmente a diventare uno scrittore e che nel frattempo trova un impiego  in un giornale di provincia, pagato pochissimo. Egli è sposato con una donna benestante che praticamente lo mantiene e però ha un’amante con la quale ha una bambina. La moglie, per non essere oggetto di chiacchiere da parte della gente sopporta la situazione, finché interviene il padre di lei che vuole “sistemare” le cose.

Chi conosce la commedia di Pirandello sa che piega prenderà la storia. Chi non la conosce ha un’ottima occasione per andare al Teatro Filodrammatici, dove rimane in scena fino al 3 marzo e assisterà a un’opera dai requisiti di alto livello.

Intanto la recitazione degli attori diretti magistralmente da Michele Di Giacomo,che ha creato una sorta di teatro nel teatro facendo in più occasioni rivolgere la parole degli attori al pubblico, pur non coinvolgendolo direttamente: Giorgia Coco nella parte della moglie, Michele Di Giacomo in quella del marito e Federica Fabiani in quella dell’amante. Tutti e te entrano perfettamente nelle parti rendendo i personaggi molto credibili secondo l’immaginario collettivo di oggi. Le due donne, in più, recitano anche la parte del direttore del giornale dove lavora il protagonista e quella del padre della moglie, utilizzando un microfono particolare e alterandosi la voce. Un elogio speciale va a Giorgia Coco che recita con particolare verosimiglianza la parte del padre siculo.

Ma l’eccezionalità dello spettacolo non si ferma solo alla recitazione degli attori, che agiscono in una scena costituita da uno spazio dove sono posti in punti diversi tre televisori che riportano alcune didascalie le quali, specie nel preambolo, mostrano i tre volti degli attori. Le uniche suppellettili sono una sedia, un tavolo e un divano.

Non si possono non citare, peraltro: la sapiente conduzione delle luci di Valentina Montali, che permette di trasformare l’unica scena in vari ambienti di volta in volta, né tacere sull’ottimo sound governato da Fulvio Vanacore (che sa creare l’atmosfera giusta nei vari momenti dello spettacolo: ad esempio all’inizio quel sentire vociare sommesso incomprensibile per far capire lo sparlare sottomesso della provincia ipocritamente scandalizzata) e la precisione dei video dovuti a Giuseppe Cardaci. Ma si comprende dal risultato finale come tutta la compagnia abbia saputo lavorare in sintonia per rendere il meglio. Di più non si poteva.

Applausi calorosi da parte di un pubblico “ipnotizzato” dalla vicenda e alla fine commosso, da quel tipo di commozione che fa bene perché ti apre il cuore, grazie anche alla più che ottima drammaturgia di Riccardo Spagnulo, che non ti permette di distrarti un attimo e che sa “prenderti” l’anima. 

 Pagina di ALCHEMICO TRE dedicata allo spettacolo:

http://www.alchemicotre.com/per-le-ragioni-degli-altri

ORARI DI RAPPRESENTAZIONE: martedì, giovedì, sabato – ore  21.00 | mercoledì, venerdì – ore 19.30 | domenica ore 16.00

BIGLIETTI: Intero: 22.00 euro | ridotto convenzionati: 18.00 euro | ridotto under 30: 16 euro | ridotto over 65 e under 18: 11 euro | online con prezzo dinamico: da 11 euro

www.teatrofilodrammatici.eu tel. 02 36727550

Carlo Tomeo: ogni diritto è riservato

Categorie RECENSIONi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close